Arredare la zona notte in stile elegante e minimal

Letto Clio per la camera moderna e elegante

Arredare la zona notte in stile elegante e minimal

IMMAGINI DI ARCHIVIO

Come arredare la stanza da letto puntando all’essenzialità

La zona notte è il luogo della casa destinato al riposo notturno, dove concedersi alcune ore di relax al termine della giornata; per questo il suo stile deve ispirare serenità e tranquillità. Arredare la camera da letto in stile minimal vuol dire puntare su linee e geometrie pulite ed essenziali, abbandonando tutto ciò che è superfluo, concentrandosi sulla scelta di pochi ma preziosi mobili e complementi d’arredo, capaci di valorizzare gli spazi. Anche la scelta dei colori rispecchia la tendenza verso l’essenzialità, ruotando intorno al bianco e alle tinte prevalentemente fredde.

Alcuni consigli per una zona notte elegante e minimal

Per creare una zona notte in perfetto stile elegante e minimal è necessario seguire alcune regole che ne delineano le caratteristiche fondamentali. Ecco le principali:

1. Via tutto il superfluo

La prima regola da mettere in pratica per arredare la camera da letto in stile minimal consiste nel liberarsi di tutti gli oggetti superflui che non svolgono nessuna funzione pratica; secondo le teorie che ispirano questa particolare tipologia d’arredamento, bisogna mantenere la camera da letto sempre in ordine, tenendo al suo interno solo pochi oggetti d’uso quotidiano, per favorire il rilassamento propedeutico al riposo serale.

2. Scegliere mobili essenziali

La mobilia deve essere composta da pochi pezzi e possedere forme lineari e pulite come quelle proposte dalla collezione Athena di Tomasella. Qui, la maniglia a gola verticale crea dei segni grafici bicolore che caratterizzano il mobile senza però snaturarlo nella sua essenzialità. Per quanto riguarda il letto, invece, vero elemento centrale della zona notte, ci si può ispirare alle camere da letto asiatiche. L’esempio è quello proposto dal letto matrimoniale Clio di Tomasella. Qui, in ottica minimal, si punta alla semplicità del legno che garantisce eleganza e pulizia allo stesso tempo.

3. Complementi d’arredo di design

È possibile personalizzare la camera da letto minimal utilizzando pochi complementi d’arredo di valore, dal design ricercato come vasi, ciotole e quadri; attenzione a non esagerare, l’obiettivo è quello di creare dei dettagli suggestivi all’interno della camera che esprimano la personalità di chi vi abita, senza appesantire l’atmosfera.

4. Spazio alla luce

Le camera da letto in stile minimal devono essere molto luminose poiché la luce è fonte di benessere ed energia; per le finestre scegliere tende dalla trama chiara e sottile in modo da favorire l’ingresso dei raggi solari durante il giorno; per l’illuminazione serale utilizzare lampade con paralumi in cotone bianco che riflettono meglio la luce.

5. Utilizzare il bianco

L’essenzialità si esprime anche attraverso l’uso del colore, puntando sul candore del bianco; può essere accostato ad altre tonalità come il nero o il grigio, per creare dei contrasti suggestivi, tuttavia non devono risultare eccessivi poiché potrebbero creare fastidi alla vista.

 

 

Salva