Creare un angolo studio dal gusto industriale

Scrivania Medea Raster Tomasella

Creare un angolo studio dal gusto industriale

IMMAGINI DI ARCHIVIO

Stile industriale: una soluzione d’arredo perfetta per creare un angolo studio sobrio, sofisticato e che non passa inosservato

L’arredamento industriale con il suo design essenziale, formato da linee decise e sobrie, negli ultimi tempi è molto apprezzato per caratterizzare loft, open space o zone studio. Nato in America dopo la seconda guerra mondiale e tipico delle fabbriche e dei grandi magazzini, che si caratterizzavano per ambienti rustici e arredi solidi e funzionali, si è presto diffuso anche in Europa e oggi è molto amato da chiunque voglia valorizzare la propria casa con un arredo pratico e di impatto. Le tendenze attuali hanno rivalutato molto questo stile fatto di mobili liberi da fronzoli e decori articolati, e molti designers lo hanno reinterpretato in chiave moderna, realizzando complementi d’arredo destinati agli spazi abitativi domestici. Un’idea molto originale è quella di creare un angolo studio dal gusto industriale all’interno di un living di ampie dimensioni oppure in un qualsiasi altro spazio libero della casa.

Ecco dei suggerimenti per trasformare in stile industriale la zona studio

1. Arredi in legno e ferro.

La regola numero è optare per mobili realizzati in legno, ferro, acciaio o pelle e soprattutto da una combinazione di essi. L’elemento principale di uno studio è la scrivania, che deve essere grande e avere un’aria professionale e solida. Quelle realizzate con un top in legno e con base in metallo sono le più indicate per ricordare lo stile delle vecchie fabbriche. Lo scrittoio Medea Raster, del Tomasella è una valida idea per chiunque voglia dare vita ad un angolo studio industriale, che stupisca per la sua straordinaria semplicità. Un piano in materico, supportato da una base in metallo, si caratterizza per il suo design minimal, ma allo stesso tempo ricercato, che con la sua eleganza e originalità riesce a dare dinamicità allo spazio.

2. Linee estetiche lineari.

Librerie, scaffali e arredi devono avere linee estetiche lineari, dove i piccoli dettagli e la combinazione di materiali particolari possano fare la differenza. Lo scrittoio Medea Raster, è un ottimo esempio di come un arredo rigoroso possa dare armonia all’ambiente. Abbinato al complemento Raster, realizzato in metallo e costituto da un ripiano combinabile eventualmente con altri della stessa linea da fissare al muro, e alla sedia Kalista, sempre in metallo, può aiutare a dare un look ispirato alle fabbriche dismesse americane.

3. Pareti rustiche o vetrate.

Lo stile industriale non si basa solo sugli arredi, anche le pareti sono fondamentali per valorizzare gli arredi. A questo proposito le mura devono essere rustiche, dipinte di color grigio, meglio ancora se con i mattoni rossi al grezzo. In alternativa, se la zona studio viene ricavata all’interno di un open space, si può optare per una vetrata, profilata in metallo.